Palmares OtherMovie Lugano Film Festival 2018

È andato all’iraniano Dispirited di Alaleh Izadi il premio per il Miglior Film della 7a edizione di OtherMovie. Grandi complimenti anche al greco Kirineos Papadimatos, autore di Maniera greca, a cui è stata assegnato il premio per la Miglior Regia.

Dopo una discussione molto appassionata ma altrettanto costruttiva, la giuria – presieduta da Nicola Mazzi e composta anche da Misha TognolaGaia Simionati e Gülsüm Demirci – ha dato il proprio verdetto, senza raggiungere l’unanimità. Dispirited ha vinto perché «alla giuria è sembrato molto interessante il contrasto tra la vita semplice dell’anziano protagonista, fatta di poche cose, di un ambiente spartano e gesti lenti, di muri scuri e locali bui, rispetto alle strade luminose e trafficate frequentate dai figli quando si collegano attraverso i social network. Crediamo che il regista abbia trattato in modo interessante il tema della comunicazione a distanza, dove la tradizione si adegua alla nuova tecnologia, ma non perde, comunque, il suo valore».

La regia di Maniera greca è stata invece premiata in quanto «non ha lasciato nulla al caso e che ha creato un movimento interno alle sequenze in piena armonia con la musica messa in scena”. Inoltre: “Gli spettatori si immergono in quella discoteca fatta di personaggi strampalati e grotteschi e si siedono al loro fianco per gustarsi l’ultima canzone della nottata. Ed è l’unico che ha strappato un sorriso divertito i giurati». Particolarmente significativa la premiazione di quest’anno, perché per la prima volta sono stati assegnati premi in denaro per migliori autori.

Sempre per la prima volta, la giuria ha pure assegnato dei riconoscimenti al Miglior Video del concorso VideoArt Contest (all’italiano Danilo Torre per In focus memories), al Miglior Film della sezione Other Swiss Short (a Thomas Horat e Corina Schwingruber Ilic per Ins Holz). Una menzione speciale è andata al film cinese A Room di Chong Ming.

Pur rappresentando l’offerta in un certo senso più di nicchia dell’intera rassegna, per OtherMovie la sezione [S]Guardo da Vicino – il concorso vero e proprio – resta la parte fondante della sua anima. È con grande orgoglio che presentiamo ogni anno una selezione di film di qualità che non solo difficilmente avrebbero l’opportunità di essere passati nelle nostre sale, ma che rappresentano essi stessi il motivo di esistenza della nostra manifestazione.

I più visti

Apertura OtherMovie Lugano Film Festival 2019

26/02/2019

In trasformazione, eppure sempre uno dei pilastri della società, la famiglia é il tema centrale dell'ottava edizione. Una tematica ampia, che OtherMovie intende restringere ai propri campi d'azione legati all'integrazione. Sono numerosi i casi di nuclei famigliari composti da nazionalità miste: storie di successo che - per quanto 'scontate' nella loro normalità - è giusto vadano sottolineate. E poi casi critici, che sfociano talvolta nella cronaca e nella tragedia. È importante perciò tematizzare i problemi legati alla sfera famigliare e gli strumenti esistenti sul territorio per dare delle risposte a chi si trova confrontato con difficoltà di vario genere. Ma la famiglia è ormai un qualcosa di estremamente complesso; ci sarà così modo di parlare anche di famiglie monoparentali, coppie che scelgono di non avere figli, adozioni, partnership registrate e non e dell'istituzione matrimoniale. Sarà anche lo spunto per trattare naturalmente il tema con gli occhi di culture diverse e capire quali sono quei punti che ci dividono e quali - sicuramente più numerosi - quelli che invece ci accomunano gli uni con gli altri.

Programma 2019

Prefestival: LUX art house Massagno

30/05/2017

Mostra Fotografica “10 anni di Kustendorf” ore 18.00 | Ore 20.30 ENCLAVE (ENKLAVA) di Goran Radovanovic

Programma 2017

Prof. Andrea Gentilomo Md PhD

Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Legale Università degli Studi di Milano

Info

Cinema Lux

Resiste. Resiste contro venti e maree. Contro la moda dei multiplex e la diffusione dei DVD. Il cinema Lux di Massagno sopravvive in un contesto problematico. E vi riesce grazie al sostegno del Comune, di un’associazione di amici e soprattutto grazie alla tenacia e all’idealismo di Maurice Nguyen che con sua moglie tiene in vita una sala cinematografica simbolo di qualità e di originalità.

Info

Drago Stevanovic

Fotografo e cineasta con un percorso artistico di respiro internazionale, ha all’attivo diverse mostre collettive e personali. Da anni è fotografo di scena del Teatro Popolare della Svizzera Italiana.

otherPHOTO