09.06.2017 ore 20.00 A proposito del Medio Oriente/About the Middle East

[Curatrice: Chiara Sulmoni]

Serata dedicata all'Afghanistan

L'Afghanistan è in guerra da sempre, prigioniero di un passato che ritorna, crocevia di eserciti stranieri e di interessi regionali, dilaniato dalle faide tra signori della guerra, trattenuto in un'epoca sospesa che non riesce a diventare futuro, né materiale né ideale. In una realtà dura, che costringe a un'infinita conta dei morti, i piccoli sogni diventano grandi conquiste. E così mentre il paese è tornato nelle cronache d'attualità per l'arrivo dello Stato Islamico e i paesi della coalizione ponderano l'aumento di contingenti militari per dare una svolta a una situazione precipitata anche dal punto di vista umanitario, le storie che OtherMovie propone in questa serata vogliono raccontare dei giovani afghani che ogni giorno affrontano prove spesso ancora insuperabili, e che in tanti casi li costringono anche a gettare la spugna e scegliere la via dell'esilio. L'incontro che accompagna le proiezioni permetterà di ascoltare e capire l'Afghanistan attraverso le parole di due ospiti speciali che conoscono profondamente questo paese maestoso, il suo vasto territorio e la sua gente coraggiosa.

Programma della serata:

Apertura della serata con proiezione della performance musicale Farkhunda di Michael J. Lutman, Lutman Films - 2016, 5'12''. La performance è ispirata all'omicidio di Farkhunda Malikzada, una giovane donna di Kabul accusata ingiustamente di aver profanato il Corano e brutalmente uccisa dalla folla nel 2015. Il pezzo al pianoforte è scritto e interpretato dallo studente afghano Arson Farhim ed è stato registrato all'Afghanistan National Institute of Music. 

Saluto di Drago Stevanovic, Direttore OtherMovie e introduzione alla serata.

Segue la proiezione del cortometraggio House di Zainab Intezar | Afghanistan | 05'57''

Il film racconta le difficoltà che incontra una donna sola in cerca di un alloggio a Kabul. 

 

Ore 20.20 ca. incontro con Farhad Bitani, ex-capitano dell'esercito afghano, oggi educatore impegnato nella promozione del dialogo interculturale e co-fondatore di Global Afghan Forum, un'organizzazione internazionale che si occupa dell'educazione dei giovani afghani e con Claudio Bertolotti, già ufficiale della NATO reduce dall’Afghanistan e analista strategico esperto di questioni politiche, militari e religiose relative all’Afghanistan contemporaneo.  Modera Chiara Sulmoni, giornalista e analista freelance.

Sul posto, sarà possibile acquistare il libro autobiografico di Farhad Bitani ‘L'ultimo lenzuolo bianco’ in versione italiana e inglese, e il libro di Claudio Bertolotti ‘Shahid, analisi del terrorismo suicida in Afghanistan’.

Ore 21.20 circa proiezione del lungometraggio Kabullywood di Louis Meunier - Taimani Films | Commedia drammatica| Afghanistan, Francia | 2016 | 84'

Film vincitore del premio della critica al Festival del Film Orientale di Ginevra. Lingua originale dari con sottotitoli in inglese. È la storia di un gruppo di giovani artisti afghani che tra mille difficoltà e con tenacia, decidono di provare a riportare alla vita il Cinema Aryub, teatro alla moda della Kabul anni '70 che la lunga guerra civile e l'avvento dei talebani ha ridotto in rovina. Ma i sogni si scontrano ben presto con la realtà.

Sceneggiatura: Laurent Maréchaux, Louis Meunier, Ariel Nasr

Attori: Roya Heydari, Ghulam Reza Rajabi, Farid Joya, Omid Rawendah 

I più visti

L'edizione 2018

04/02/2018

Il Festival si svolgerà dal 15 al 22 aprile 2018 in diverse sale cinematografiche e sedi culturali del Luganese (Exmacello,Studio Foce, Cinestar, Lux art house, Art On...paper Gallery), del Mendrisiotto e del Locarnese. L’apertura si terrà domenica 15 aprile allo Studio Foce di Lugano, con i saluti ufficiali e uno spettacolo video-musicale.

News

Lugano ospita due registi Kazaki: Darezhan Omirbaev e Emir Baigazin da 9-16 dicembre 2015 - Il Ciani e Cinema Iride

01/12/2015

Diari fotografici di due tra i più Interessanti registi kazaki contemporanei: Darezhan Omirbaev ed Emir Baigazin. Un modo inconsueto e intimo per conoscere un paese tanto lontano quanto affascinante. Ex repubblica dell’Unione Sovietica, il Kazakhstan avanza verso la modernità a ritmi impressionanti e con un po’ di nostalgia per il suo passato. Organizzata in occasione della Festa Nazionale del Kazakhstan, la mostra è curata da Alex Chung, Servizio relazioni pubbliche della Città di Lugano e Anna Vilgelmi, produttrice del National Film Studio of Kazakhstan. Il progetto è stato realizzato con il sostegno di CISA ed Ente Turistico del Luganese. Si ringraziano LuganoPhotoDays e OtherMovie Lugano Film Festival. Il 9 dicembre alle ore 18.00 avrà luogo il vernissage dell'evento, al quale saranno invitati le autorità diplomatiche kazake e svizzere che operano in questo Paese, nonché i rappresentanti delle associazioni e delle aziende che intrattengono scambi e relazioni con il Kazakistan. Saranno presenti : Darezhan Omirbaev, Emir Baigazin e la produtrice Anna Vilgelmi. È prevista una proiezione del film "Student", presso la Cinema Iride alle ore 20.00.

News

Cina Cinema: A riflettori spenti, discussione con Stephen Kelly

Il fotografo Stephen Kelly, nato nel 1983 in West Cumbria, Inghilterra, è cresciuto tra Lagos, Muscat e Hong Kong e nel 2006 si è laureato in fotografia documentaria all’Università del Galles di Newport. Dopo aver completato gli studi, Kelly è ritornato ad Hong Kong, dove ha lavorato a progetti personali, eseguito incarichi editoriali e insegnato presso il dipartimento di giornalismo della Hong Kong Baptist University.

otherPHOTO