Introduzione

Curatori: Alex Chung e Jean Olaniszyn


Ore 21.00 - RASSEGNA Hangzhou Asian Film Festival HAFF - 120’

The Hooligan

Fiction, 2013, 45', Chinese & English Subtitles
Regia: MA Xiang

Mo Xiaofei, un ragazzo di 10 anni, desidera crescere. Lui immagina sempre sé stesso come adulto e innamorato di una donna, la sua insegnante, che ha 30 anni. L’insegnante non può accettare il suo amore e lo chiama “piccolo teppista”. Mo Xiaofei finalmente si rende conto che non puó essere accettato come membro della società degli adulti in modo equo. Tutto quello che vuole è solo crescere in fretta.

Li Shaohua è un uomo di 50 anni che è stato in prigione per 25 anni a causa del suo passato da”hooligan”. Si rende conto che tutto il bel passato è passato, dopo essere stato libero. In questa era ridicola, in cui ognuno è diventato un teppista, e anche lui diventa un regista, inspiegabilmente.
Nella stessa notte che scorre, un uomo attende il futuro, mentre sta ricordando il passato. La notte scorre, tutto scorre inevitabilmente.

The Time to Live and The Time to Die

Fiction, 2012, 34'
Regia: HAN Shuai

La storia inizia nella tarda estate del 1999. Liang Ying, ragazzina tredicenne, si innamora del giovane Ma Yi, che ha avuto una relazione con la sua vicina di casa. Durante le folli giornate estive con Ma Yi, Liang Ying considerata la nonna paralitica come un peso. Ma la nonna muore improvvisamente.
Ma Yi una volta le ha detto che qualcuno ha predetto che il 1999 è la fine del mondo, vale a dire non vi sarebbe stata alcuna nuova era. Liang Ying ripensa alle sue parole guardando i fuochi d’artificio di Capodanno.
La morte non ha alcuna differenza con la crescita, perché sono dei processi, piuttosto che un momento definito.

Best fiction, New Female Director Award, Vision Youth Award Beijing International Student Film Festival, 2013.
Best Short Film Award, Best Actress Award, Student Film Festival of the Central Academy of Drama, 2012.

2306

Documentary, 2013, 39', Chinese & English Subtitles
Regia: KE Yongquan, HOU Jiaxi

I protagonisti vivono in ambienti di cinque metri quadrati, in uno stesso appartamento con altri 35 inquilini. Vagano a Pechino, in attesa della vita felice al di fuori della metropoli. In questo appartamento il cui numero è 2306, gli inquilini si chiamano l’un l’altro con i loro numeri di stanza: A1, A19, B10, C3. Quattro scapoli raccontano i loro sentimenti contrastanti sulle ragazze, Pechino e il proprio futuro.

Lascia un commento

I più visti

OtherMovie SpinOff-Migliori film al Rivellino

07/08/2017

Durante 70° Locarno Festival in colaborazione con "Il Rivellino" e Arminio Sciolli, membro della giuria OtherMovie Lugano Film Festival 2017 presentiamo migliori film del Concorso [S]guardo da vicino 2017. - AL DI LÀ DEL MARE di Fabio Schifilliti | Italia | 2016 | 20’ - WHOEVER WAS USING THIS BED di Andrew Kotatko |Australia |2016 | 21’ -PROTOCOLLO UMANO di Massimiliano Piozzini | Svizzera | 2016 | 11’

News

Reza Khatir

Reza Khatir nasce nel luglio del 1951 a Tehran. Nel 1968 si trasferisce in Inghilterra per motivi di studio e nel 1976 interrompe gli studi di scienze alimentari al politecnico per dedicarsi completamente alla fotografia.

otherPHOTO

Conferenza e dibattito: "Il cammino incerto. Dove va il Cinema?"

11/06/2017

13 giugno Ore 18.15 [Evento Speciale] in collaborazione con i2a Istituto Internazionale di Architettura, Villa Saroli, Viale Stefano Franscini 9, Lugano

News