Lugano, 15 giugno 2017 – La giuria di OtherMovie con il verdetto finale ha chiuso la 6a edizione del Festival con l’assegnazione dei riconoscimenti per Miglior Film e Miglior regia dopo una discussione molto appassionata ma molto costruttiva e che non ha fatto l’unanimità.

 

Con un concerto suggestivo, Marco Zappa e la sua band hanno fatto tornare i presenti negli anni ’60, richiamando l’apertura che si è distinta con performance teatrali e musicali, ospiti internazionali, all’insegna del vintage. 

RICONOSCIMENTI per Miglior Film e Miglior Regia della sezione [S]GUARDO DA VICINO

La giuria composta dal regista Victor Tognola, presidente, dal produttore Andrea Gambetta, dalla fotografa Marian Bader, da Arminio Sciolli e dal produttore e regista Gaston Dufuy, ha premiato il film “Al di là del mare” di Fabio Schifilliti (Italia) e per la miglior regia l’australiano Andrew Kotatko per il film “Whoever was using this bed”, pellicola drammatica con Jean-Marc Barr, Radha Mitchell e Jane Birkin.

La giuria è giunta alla decisione di premiare il cortometraggio "Al di là del mare" in seguito a discussioni molto animate.

 

La motivazione principale che ha portato alla decisione finale è stata quella di voler rispettare lo spirito della rassegna cinematografica ("Othermovie”: film diverso) premiando un film di giovani studenti di cinema che hanno realizzato una pellicola con pochi mezzi, ma con molta spontaneità ed intuizione, evitando di cadere nella tentazione dei luoghi comuni o delle soluzioni facili. La colonna sonora, in gran parte originale, interpretata dagli attori, e altre astuzie nel montaggio, rinforzano l’idea che l’arte, qui nella sua maestria, può unire i popoli. Il messaggio del film trasmessoci da giovani siciliani, quindi realmente esposti all’emergenza e allo scontro culturale, dimostra molta umanità e maturità spirituale.

 

Il premio alla regia è invece stato attribuito a Andrew Kotatko per "Whoever was using this bed" per la perfezione del film diretto con un cast di attori e professionisti impeccabili. La giuria ha insistito su questa premiazione, affinché possa essere garantito anche in futuro un apporto di film realizzati ad alto livello.

La sesta edizione del Festival si è confermata per le sue proposte - speriamo - ad alto valore aggiunto, che sono state accolte positivamente dal fedele pubblico della rassegna e dalle autorità del Cantone e della Città. “Tirando le somme - come dichiarato dal direttore e fondatore del Festival, Drago Stevanovic -, possiamo dire con un pizzico di orgoglio che OtherMovie, con tutte le sue particolarità, sta pian piano funzionando come un vero festival”. Decine gli ospiti della manifestazione. Artisti, registi, produttori, attori, musicisti e vari opinionisti (come Farhad Bitani, Claudio Bertolotti, Stefano Piazza, Roberto Antonini). Grande il successo riscontrato dalla sezione curata da Chiara Sulmoni dedicata al Medio Oriente, sempre molto apprezzata dal pubblico luganese.

Motivo di felicità per OtherMovie è stata la possibilità di ospitare “10 anni di Kustendorf”, omaggio al magico Festival di Emir Kusturica, regista e musicista serbo. L’ArtHouse Lux di Massagno ha ospitato la mostra fotografica, la rassegna cinematografica e un documentario in anteprima.

Grazie all’interessante conferenza "Il cammino incerto. Dove va il Cinema?" abbiamo tematizzato le problematiche di un settore confrontato con le sale che scompaiano, con la mancanza del pubblico e la necessità di nuovi orizzonti. I relatori Nicola Bernasconi, Domenico Lucchini, Roberto Rippa e il Direttore del nostro Festival si sono confrontati, giungendo alla conclusione che dobbiamo crederci, soprattutto avere fiducia nelle nostre risorse ticinesi e nella cultura in senso lato, pronta per offrire spunti e chiavi di lettura per un rilancio.

 

Su questa scia, OtherMovie ha già lo sguardo rivolto alla prossima edizione, che avrà luogo nel 2018, magari anticipando di un mese l’apertura. Dopo il tema molto delicato di quest’anno – la violenza – affronteremo, sempre con lo stile che ci contraddistingue, un’altra tematica di stretta attualità: l’economia.

 

L’appuntamento è quindi rinnovato al prossimo anno e il Festival si congeda con un ringraziamento speciale al pubblico, agli sponsor e ai media che hanno coperto la nostra manifestazione.

 

OtherMovie

Ufficio Stampa

Lascia un commento

I più visti

Nicola Mazzi

Presidente della Giuria

Concorso

Apertura OtherMovie Lugano Film Festival 2019

26/02/2019

In trasformazione, eppure sempre uno dei pilastri della società, la famiglia é il tema centrale dell'ottava edizione. Una tematica ampia, che OtherMovie intende restringere ai propri campi d'azione legati all'integrazione. Sono numerosi i casi di nuclei famigliari composti da nazionalità miste: storie di successo che - per quanto 'scontate' nella loro normalità - è giusto vadano sottolineate. E poi casi critici, che sfociano talvolta nella cronaca e nella tragedia. È importante perciò tematizzare i problemi legati alla sfera famigliare e gli strumenti esistenti sul territorio per dare delle risposte a chi si trova confrontato con difficoltà di vario genere. Ma la famiglia è ormai un qualcosa di estremamente complesso; ci sarà così modo di parlare anche di famiglie monoparentali, coppie che scelgono di non avere figli, adozioni, partnership registrate e non e dell'istituzione matrimoniale. Sarà anche lo spunto per trattare naturalmente il tema con gli occhi di culture diverse e capire quali sono quei punti che ci dividono e quali - sicuramente più numerosi - quelli che invece ci accomunano gli uni con gli altri.

Programma 2019

Reza Khatir

Reza Khatir nasce nel luglio del 1951 a Tehran. Nel 1968 si trasferisce in Inghilterra per motivi di studio e nel 1976 interrompe gli studi di scienze alimentari al politecnico per dedicarsi completamente alla fotografia.

otherPHOTO

Jazz & VideoArt Contest

08/03/2019

Jazz in Bess che si trova in via Besso 42a, 6900 Lugano.

Programma 2019

Camilla Merati

Camilla Merati, classe 1981, milanese di nascita, trapiantata in Svizzera.
"Con la fotografia catturi l’attimo, quell’attimo che rimarrà sempre con te. Cogli uno sguardo, un’emozione che magari a occhio nudo non noteresti, ma che, davanti alla tua macchina…si palesa, si manifesta. Il mio obiettivo è la mia lente d’ingrandimento sul mondo."

otherPHOTO