Giovedì 24 settembre a Lugano il fotoreporter torinese Ugo Lucio Borga presenta il suo libro ‘Il sudario di latta-Taccuini di guerra’ (2015). L’incontro, aperto a tutti, si terrà alle 18.30 allo Spazio 1929 in Via Ciseri 3 ed è organizzato da OtherMovie Lugano Film Festival, sezione OtherPhoto. Sotto i riflettori, il lavoro del giornalista di guerra, i conflitti aperti e dimenticati, gli estremismi; in particolare, Ugo Lucio Borga parlerà di Libano, Siria, Libia, Somalia e Ucraina e nel corso della serata, verranno anche mostrate immagini e video realizzati dal giornalista nelle sue trasferte.

Il potere che un’immagine può esercitare sull’opinione pubblica ce l’ha dimostrato la drammatica storia del piccolo Aylan, il bimbo curdo trovato senza vita su una spiaggia turca, morto nel tentativo di trovare la sicurezza dall’altra parte del mondo. E proprio nelle settimane in cui l’Europa tocca con mano le conseguenze di conflitti che pensava lontani, Othermovie propone di ascoltare la voce di chi, armato di obiettivo e taccuino, ha attraversato l’inferno della guerra a diverse latitudini, e ne è riemerso con la convinzione che ‘la pace si costruisce solo durante la pace’.

Quella di Ugo Lucio Borga è una testimonianza diretta e preziosa, soprattutto in questo momento, quando per i giornalisti diventa sempre più difficile e rischioso fare il proprio lavoro; l’incontro sarà un’occasione per sentire raccontare le storie di chi in mezzo alla guerra ci si ritrova anche senza colpa, di chi è costretto a fare delle scelte, di chi cerca semplicemente di sopravvivere. Le storie in cui Ugo Lucio Borga si imbatte nei suoi viaggi.

Ugo Lucio Borga (1972) è un fotogiornalista e scrittore italiano. Si occupa da sempre di guerre, anche di quelle dimenticate, di crisi umanitarie, di temi sociali e ambientali in Africa, Sud America, Medio Oriente, Asia, Europa. I suoi reportage sono stati pubblicati e diffusi da giornali, radio e TV internazionali. Ha coperto, tra gli altri, la primavera araba, la guerra civile in Repubblica Democratica del Congo, la Repubblica Centrafricana, la Somalia, l’Eritrea, la Libia, la Siria, gli scontri nel nord del Libano e la crisi Ucraina.


Per informazioni: Chiara Sulmoni, collaboratrice di Othermovie Lugano Film Festival e moderatrice della serata,
079 244 47 31 / chiara.sulmoni@hotmail.it
© Ugo Lucio Borga

Lascia un commento

I più visti

Nicola Mazzi

Presidente della Giuria

Concorso

Apertura OtherMovie Lugano Film Festival 2019

26/02/2019

In trasformazione, eppure sempre uno dei pilastri della società, la famiglia é il tema centrale dell'ottava edizione. Una tematica ampia, che OtherMovie intende restringere ai propri campi d'azione legati all'integrazione. Sono numerosi i casi di nuclei famigliari composti da nazionalità miste: storie di successo che - per quanto 'scontate' nella loro normalità - è giusto vadano sottolineate. E poi casi critici, che sfociano talvolta nella cronaca e nella tragedia. È importante perciò tematizzare i problemi legati alla sfera famigliare e gli strumenti esistenti sul territorio per dare delle risposte a chi si trova confrontato con difficoltà di vario genere. Ma la famiglia è ormai un qualcosa di estremamente complesso; ci sarà così modo di parlare anche di famiglie monoparentali, coppie che scelgono di non avere figli, adozioni, partnership registrate e non e dell'istituzione matrimoniale. Sarà anche lo spunto per trattare naturalmente il tema con gli occhi di culture diverse e capire quali sono quei punti che ci dividono e quali - sicuramente più numerosi - quelli che invece ci accomunano gli uni con gli altri.

Programma 2019

Reza Khatir

Reza Khatir nasce nel luglio del 1951 a Tehran. Nel 1968 si trasferisce in Inghilterra per motivi di studio e nel 1976 interrompe gli studi di scienze alimentari al politecnico per dedicarsi completamente alla fotografia.

otherPHOTO

Jazz & VideoArt Contest

08/03/2019

Jazz in Bess che si trova in via Besso 42a, 6900 Lugano.

Programma 2019

Camilla Merati

Camilla Merati, classe 1981, milanese di nascita, trapiantata in Svizzera.
"Con la fotografia catturi l’attimo, quell’attimo che rimarrà sempre con te. Cogli uno sguardo, un’emozione che magari a occhio nudo non noteresti, ma che, davanti alla tua macchina…si palesa, si manifesta. Il mio obiettivo è la mia lente d’ingrandimento sul mondo."

otherPHOTO