CHARLOTTE LOTTE REINIGER, INDIMENTICABILE MAGA DELLE SILHOUETTE, MEDIATRICE FRA ORIENTE E OCCIDENTE

Produzione: René Pandis

Lotte Reiniger (1899-1981) è stata pioniera del cinema di animazione. Nata a Berlino, era sin da piccola affascinata dal teatro d’ombre cinesi, il che ha influito sulla successiva passione per la nuova arte del cinema. Nel 1919, crea il suo primo film di animazione con figure ritagliate da lei stessa. Nel 1933, lascia la Germania con il marito Carl Koch per trasferirsi in Inghilterra, dapprima temporaneamente e dopo la guerra in modo definitivo. La sua morte avviene in Germania nel 1981.

Lotte Reiniger ha realizzato numerosi film di fiabe e di musica, spesso ispirati ai racconti orientali delle mille e una notte. La sua celebre opera «Le avventure del principe Achmed» del 1926 è, con 300'000 fotogrammi, il primo lungometraggio di animazione della storia del cinema. La «Biancaneve e i sette nani» della Walt Disney arriva nelle sale soltanto undici anni più tardi. La tecnica di animazione di Lotte Reiniger basata sull’impiego di silhouette ritagliate ispira il mondo del cinema fino ad oggi, come dimostra l’esempio de «La storia dei tre fratelli» in «Harry Potter e i doni della morte».

18.15 PRELUDIO - QUATTRO CORTI IN MUSICA E SILHOUETTE[D] – 51’

Zehn Minuten Mozart (Dieci minuti di Mozart)
1930, 10 min, Musica di Wolfgang Amadeus Mozart

Persone che, singolarmente o a coppie, vanno a ballare al suono della piccola serenata (Eine kleine Nachtmusik). Arlecchino, una rosa in mano, le rincorre, ma le coppiette lo ignorano. Mentre risuonano le note del minuetto, prende il cappello e il mantello di un signore elegante e li indossa. Una ragazza cerca con lo sguardo il suo amato, che le si avvicina: "Il core vi dono, bell’idolo mio..."

Harlekin (Arlecchino)
1931/1932, 22 min, Musica di Scarlatti, Pergolesi, Lully, Rameau, Couperin

Arlecchino, scaltro e burlone, scende in terra e, scherzando, corteggia le giovani contadine. Ma di Colombina si innamora e la sposa. Un giorno, la padrona della ragazza, una zitella ricca ma brutta, viene aggredita dai briganti. Arlecchino le salva la vita e lei s’innamora di lui. Abbacinato dalla sua ricchezza, sposa anche lei, solo per poi scappare la notte del matrimonio. Catturato e portato in tribunale, viene condannato a morte e fucilato. Dagli Inferi sale il Diavolo che reclama il giovanotto per sé, ma Colombina si batte per tenerselo appresso e vince il duello con Satana.

Carmen
1933, 9 min, Musica di George Bizet

Una parodia filmica dell’omonima opera. Nella prima scena, si vede Carmen civettuola che fuma sul balcone. All’udire la fanfara che annuncia l’arrivo di un reggimento, decide di cogliere l’occasione e seduce il sergente Don José, persuadendolo a seguirla in un luogo poco raccomandabile per trascorrere la notte. Il mattino seguente, Don José non trova più l’amata né la sua bella uniforme, che Carmen ha nel frattempo barattato in città con un magnifico abito. Il sergente è costretto ad arrangiarsi con gli stracci che trova ma, mentre in città sta incominciando la corrida con l’acclamato torero Escamillo, decide di vendicarsi...

E con inedito accompagnamento musicale dal vivo di Ross Daly e Kelly Thoma:

Das Zauberpferd (Il cavallo magico)
1923-1926/1954, 10 min

È il giorno del compleanno del califfo e un mago malvagio fa mostra del suo meraviglioso cavallo volante. Achmed, il figlio del califfo, vuole toccare la magia con mano e prende il volo in groppa all’animale. Non sapendo come fermarlo o come tornare a terra, vola sempre più in alto, fino ad atterrare molto lontano, su un’isola incantata dove vive una bellissima principessa-uccello...

Altro su Other Music...

Lascia un commento

I più visti

L'edizione 2018

04/02/2018

Il Festival si svolgerà dal 15 al 22 aprile 2018 in diverse sale cinematografiche e sedi culturali del Luganese (Exmacello,Studio Foce, Cinestar, Lux art house, Art On...paper Gallery), del Mendrisiotto e del Locarnese. L’apertura si terrà domenica 15 aprile allo Studio Foce di Lugano, con i saluti ufficiali e uno spettacolo video-musicale.

News

Lugano ospita due registi Kazaki: Darezhan Omirbaev e Emir Baigazin da 9-16 dicembre 2015 - Il Ciani e Cinema Iride

01/12/2015

Diari fotografici di due tra i più Interessanti registi kazaki contemporanei: Darezhan Omirbaev ed Emir Baigazin. Un modo inconsueto e intimo per conoscere un paese tanto lontano quanto affascinante. Ex repubblica dell’Unione Sovietica, il Kazakhstan avanza verso la modernità a ritmi impressionanti e con un po’ di nostalgia per il suo passato. Organizzata in occasione della Festa Nazionale del Kazakhstan, la mostra è curata da Alex Chung, Servizio relazioni pubbliche della Città di Lugano e Anna Vilgelmi, produttrice del National Film Studio of Kazakhstan. Il progetto è stato realizzato con il sostegno di CISA ed Ente Turistico del Luganese. Si ringraziano LuganoPhotoDays e OtherMovie Lugano Film Festival. Il 9 dicembre alle ore 18.00 avrà luogo il vernissage dell'evento, al quale saranno invitati le autorità diplomatiche kazake e svizzere che operano in questo Paese, nonché i rappresentanti delle associazioni e delle aziende che intrattengono scambi e relazioni con il Kazakistan. Saranno presenti : Darezhan Omirbaev, Emir Baigazin e la produtrice Anna Vilgelmi. È prevista una proiezione del film "Student", presso la Cinema Iride alle ore 20.00.

News

Cina Cinema: A riflettori spenti, discussione con Stephen Kelly

Il fotografo Stephen Kelly, nato nel 1983 in West Cumbria, Inghilterra, è cresciuto tra Lagos, Muscat e Hong Kong e nel 2006 si è laureato in fotografia documentaria all’Università del Galles di Newport. Dopo aver completato gli studi, Kelly è ritornato ad Hong Kong, dove ha lavorato a progetti personali, eseguito incarichi editoriali e insegnato presso il dipartimento di giornalismo della Hong Kong Baptist University.

otherPHOTO