“Dietro gli occhiali bianchi” è il racconto di un viaggio nella vita e nella carriera di Lina Wertmüller, prima donna al mondo nella storia del cinema ad aver ricevuto una nomination al Premio Oscar come miglior regista, con il suo capolavoro Pasqualino Settebellezze (1975). Dalle immagini inedite girate a Cinecittà quando era aiuto regista di Federico Fellini in 8 e 1/2, il documentario ripercorre i luoghi dei suoi film più celebri, per scoprire l’universo artistico e umano di una donna che, sempre fedele alla sua vena ironica e grottesca, ha lasciato il segno in ogni ramo dello spettacolo in cui ha lavorato.

 

Cinema, teatro, televisione, musica. Ad accompagnare il viaggio, tante interviste esclusive agli artisti testimoni di una carriera intensa, in continua evoluzione. Tra questi, Giancarlo Giannini, Marina Cicogna, Sophia Loren e molti talenti stranieri come Martin Scorsese, Harvey Keitel, Nastassja Kinski e il critico cinematografico John Simon. Il film contiene una lunga serie d’inediti tra video, immagini e canzoni scritte dalla stessa Lina Wertmüller. Dietro gli occhiali bianchi è un ritratto personale e poetico firmato da Valerio Ruiz, suo aiuto regista e stretto collaboratore. Valerio Ruiz sarà presente alla serata speciale del OtherMovie Lugano Festival.

Valerio Ruiz e Lina Wermuller

Lascia un commento

I più visti

Prof. Andrea Gentilomo Md PhD

Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Legale Università degli Studi di Milano

Info

Programma Eventi online OtherMovie 2020

25/04/2020

“La Vita è l’Arte dell’Incontro" In questa sezione raccontiamo un viaggio nella vita e nella carriera dei di alcuni personaggi del mondo del cinema, dell’arte e della musica illuminando la loro strada con le loro opere o con film dedicati a loro. Di solito li invitiamo di persona come ospiti, come persone coinvolte nei loro progetti e nelle loro opere.

Eventi online

Pier Poretti

Nato a Lugano, Svizzera Italiana, nel 1950, Pier Poretti ha iniziato la sua carriera artistica ventiduenne.

OtherEdu

Cinema Lux

Resiste. Resiste contro venti e maree. Contro la moda dei multiplex e la diffusione dei DVD. Il cinema Lux di Massagno sopravvive in un contesto problematico. E vi riesce grazie al sostegno del Comune, di un’associazione di amici e soprattutto grazie alla tenacia e all’idealismo di Maurice Nguyen che con sua moglie tiene in vita una sala cinematografica simbolo di qualità e di originalità.

Info