Karla Hajman "Miss Stereochemistry"

STEREOCHEMISTRY

L’espressione musicale di Stereochemistry viaggia sulle righe di Ani Di Franco, Regina Spektor, Victoria Williams ecc. ma non aspettatevi un’altra musicista indie-folk timida ed introversa sul palco.

Vi presentiamo Miss Stereochemistry invece: un consorzio vagabondante di cinque extraterrestri che condividono un corpo umano, alle prese di esplorare ed illuminare l’umanità sulla sua propria esistenza contraddittoria sul Pianeta Terra.

Stereochemistry serve i propri punti di vista e spunti di riflessione sulla società, politica, sesso, religione, amore, depressione, interazioni umane, in uno spettacolo di cabaret satirico senza peli sulla lingua, accompagnata dalla sua chitarra, pianoforte, ukulele, arco di violino e la loop station.

Dietro questo one-woman show si nasconde Karla Hajman, un’artista e scienziata originariamente di Belgrado, ma cresciuta tra Italia, Spagna, Svezia e Germania, che ha lasciato il suo dottorato in Audiologia Sperimentale per dedicarsi esclusivamente alla musica. La sua flessibilità creativa le ha permesso di aggiudicarsi di tutto, da un brevetto per una chemioterapia fino alle collaborazioni musicali con legende del indie, techno e funk, come Jason Rubal (Dresden Dolls), Steven Rutter dei B12 (progetto Kinestatics) e George Clinton’s Parliament Funkadelic (membro fisso della formazione P-FUNK Europea dal disco “Transfonkcation” in poi).

 

Links & Social:

Official webpage: stereochemistrymusic.com

Email: miss@stereochemistrymusic.com

Lascia un commento

I più visti

Prof. Andrea Gentilomo Md PhD

Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Legale Università degli Studi di Milano

Info

Programma Eventi online OtherMovie 2020

25/04/2020

“La Vita è l’Arte dell’Incontro" In questa sezione raccontiamo un viaggio nella vita e nella carriera dei di alcuni personaggi del mondo del cinema, dell’arte e della musica illuminando la loro strada con le loro opere o con film dedicati a loro. Di solito li invitiamo di persona come ospiti, come persone coinvolte nei loro progetti e nelle loro opere.

Eventi online

Alexander Sterzel

21/10/2013

Trovo che l’arte di Alexander Sterzel abbia un approccio e un metodo di ricerca molto simile all’archeologia: attraverso stratificazioni cerca di svelare la vita dei suoi soggetti. Persone morte, forse anche solo interiormente, sospese in un limbo in attesa di essere “scoperte”.

OtherEdu Video Arte

Barbara Adesso

28/03/2019

LUX art house, Via Motta 61, 6900 Massagno

News