Curatore: René Pandis - info@pandis.ch

Benché oggi la musica di altre parti del mondo sia onnipresente anche dalle nostre parti, il suo significato profondo, il suo retaggio storico e culturale spesso ci sfuggono. Nonostante l’incalzare della globalizzazione, l’immagine che abbiamo della musica di “altrove” rimane unidimensionale, intrappolata nel solo concetto di espressione artistica etnica. Si parla di musica «indiana», «africana», «araba», cogliendone meramente l’esotismo dei suoni, considerati frutto di tradizioni antiche conservate fino ad oggi. In realtà, esse sottostanno agli influssi di una contemporaneità viva, mutano e si evolvono, ma ciò pare interessare il «primo mondo» – altrimenti così curioso – solo marginalmente. Altrettanto difficile è per noi capire le società lontane da cui queste espressioni musicali sono scaturite,  senza evitare di applicare filtri deformanti.

Con “Other” Music, si intende principalmente l’universo della musica modale, al quale appartengono per esempio le tradizioni dell’Oriente e dell’Africa e che si discosta sensibilmente dal sistema musicale armonico al quale siamo abituati. È un mondo a noi estraneo, fatto di scale e ritmi complessi, di intonazioni e microtoni sottili, di colori e strumenti affascinanti, una realtà dotata di un’incredibile ricchezza espressiva e impregnata di una strabiliante capacità d’improvvisazione, con una profonda affinità con la dimensione spirituale e trascendente.

Other Music, è però anche «altra» musica nel senso che il sé non può esistere senza l’altro. Fino a secoli passati tutta la musica d’Europa e del resto del mondo era modale, la separazione è avvenuta in epoca relativamente recente.
Incontri con l’«altro» mediante la vista e l’udito, in tutto rispetto.

Other Music è ideato e organizzato da René Pandis. Nato nel 1954 a Stoccarda, di cittadinanza francese, ha lavorato in Germania in un' agenzia di stampa, come autore, regista, produttore, e organizzatore culturale, in teatro, in radio e tv, anzitutto nell'ambito musicale. Dal 2011 residente in Ticino, dove si adopera per diversi progetti multiculturali e musicali, basandosi su una sua rete di contatti internazionali, sviluppatasi nel corso degli anni.

 

Ore 21.00       CONCERTO MARCO ZAPPA TRIO con Goran Stojadinovic (Serbia) Ilir Kryekurti (Albania) Marco Zappa(Svizzera), Special Guest Martha Mavroidi (Grecia)

Lascia un commento

I più visti

Apertura OtherMovie Lugano Film Festival 2019

26/02/2019

In trasformazione, eppure sempre uno dei pilastri della società, la famiglia é il tema centrale dell'ottava edizione. Una tematica ampia, che OtherMovie intende restringere ai propri campi d'azione legati all'integrazione. Sono numerosi i casi di nuclei famigliari composti da nazionalità miste: storie di successo che - per quanto 'scontate' nella loro normalità - è giusto vadano sottolineate. E poi casi critici, che sfociano talvolta nella cronaca e nella tragedia. È importante perciò tematizzare i problemi legati alla sfera famigliare e gli strumenti esistenti sul territorio per dare delle risposte a chi si trova confrontato con difficoltà di vario genere. Ma la famiglia è ormai un qualcosa di estremamente complesso; ci sarà così modo di parlare anche di famiglie monoparentali, coppie che scelgono di non avere figli, adozioni, partnership registrate e non e dell'istituzione matrimoniale. Sarà anche lo spunto per trattare naturalmente il tema con gli occhi di culture diverse e capire quali sono quei punti che ci dividono e quali - sicuramente più numerosi - quelli che invece ci accomunano gli uni con gli altri.

Programma 2019

Prof. Andrea Gentilomo Md PhD

Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Legale Università degli Studi di Milano

Info

Prefestival: LUX art house Massagno

30/05/2017

Mostra Fotografica “10 anni di Kustendorf” ore 18.00 | Ore 20.30 ENCLAVE (ENKLAVA) di Goran Radovanovic

Programma 2017

Drago Stevanovic

Fotografo e cineasta con un percorso artistico di respiro internazionale, ha all’attivo diverse mostre collettive e personali. Da anni è fotografo di scena del Teatro Popolare della Svizzera Italiana.

otherPHOTO

Cinema Lux

Resiste. Resiste contro venti e maree. Contro la moda dei multiplex e la diffusione dei DVD. Il cinema Lux di Massagno sopravvive in un contesto problematico. E vi riesce grazie al sostegno del Comune, di un’associazione di amici e soprattutto grazie alla tenacia e all’idealismo di Maurice Nguyen che con sua moglie tiene in vita una sala cinematografica simbolo di qualità e di originalità.

Info